Economia

Le Borse di oggi, 4 settembre. Listini Ue incerti dopo il crollo di Wall Street. Tech ancora sotto pressione

Le Borse di oggi, 4 settembre. Listini Ue incerti dopo il crollo di Wall Street. Tech ancora sotto pressione 

MILANO – Ore 9:20. I mercati europei avviano gli scambi incerti e poco mossi, dopo la grande correzione del comparto tecnologico a Wall Street che ha portato l’indice principale a scivolare del 3,5% e il Nadaq sfiorare il -5%, peggior seduta da marzo. Le contrattazioni in Asia sono state deboli, mentre le indicazioni per la riapertura americana puntano ancora al brutto tempo.

Il Dax di Francoforte ha aperto la seduta odierna in ribasso dello 0,7%, il Ftse 100 di Londra dello 0,76% e il Cac-40 di Parigi dello 0,5%. Meglio Piazza Affari di Milano, dove l’indice Ftse Mib sale dello 0,6% dopo i primi istanti in rosso. Sotto i riflettori il comparto media eTlc e Mediaset in particolare, dopo la sentenza della Corte Ue che ha dato ragione a Vivendi sulla possibilità di detenere il 28% del Biscione.

Per molti analisti, le vendite scattate sugli alfieri tecnologici a stelle e strisce e che hanno depresso l’intera Wall Street sono salutari: troppo forte la corsa fuori dal pantano della pandemia per esser vera, è il ragionamento che ricorre in report e commenti. Con la fine del mese di agosto, aggiustamenti nei portafogli erano attesi. Dai minimi toccati il 23 marzo, lo S&P 500 e il Dow hanno comunque guadagnato oltre il 50%, il Nasdaq più del 60%. Quest’ultimo era reduce da 11 chiusure positive nelle ultime 13, praticamente un record storico via l’altro nonostante iniziassero a farsi sempre più consistenti le voci di chi gridava alle valutazioni eccessive. C’è un calcolo di…

Tags
Show More
Close