Attualitá

Libano, Macron di nuovo a Beirut: “Scommessa rischiosa, prossimi tre mesi fondamentali”

Libano, Macron di nuovo a Beirut: “Scommessa rischiosa, prossimi tre mesi fondamentali” 

In un momento molto delicato della vita del Libano, il presidente francese Emmanuel Macron è oggi a Beirut. A 100 anni dalla creazione dello Stato libanese e a meno di un mese dalla poderosa esplosione al porto della città del 4 agosto, Macron tornerà a fare pressioni sui politici libanesi per chieder loro di portare avanti le riforme necessarie ad evitare il fallimento economico del Paese.

Esteri

Libano, l’ambasciatore Adib nominato premier. Seconda visita di Macron a Beirut

Il presidente francese si è annunciato con una intervista in cui ammette chiaramente che quella che ha messo in piedi “è  una scommessa rischiosa, affrontata però per evitare che il Paese collassi: questa è l’ultima possibilità” per riformare il Paese dei Cedri. Ed ha annunciato che la Francia è disposta ad organizzare ad ottobre una conferenza di aiuti per il Libano.

“Sto facendo una scommessa rischiosa, ne sono consapevole. Metto sul tavolo l’unica cosa che ho: il mio capitale politico”, ha affermato Macron, convinto che “i prossimi tre mesi saranno fondamentali affinché avvenga un vero cambiamento”. In caso contrario, ha detto il presidente, cambierà rotta, adottando misure che variano dal trattenere aiuti finanziari internazionali all’imposizione di sanzioni contro la leadership libanese.

rep


Editoriale

Se il Libano ritrova il suo popolo

Tags
Show More
Close