Attualitá

Libia, scontro nel governo: il presidente Serraj sospende e mette sotto inchiesta il ministro dell’Interno Bishaga

Libia, scontro nel governo: il presidente Serraj sospende e mette sotto inchiesta il ministro dell’Interno Bishaga 

È esploso in maniera clamorosa lo scontro dentro il “Governo accordo nazionale” di Tripoli fra il presidente Fayez Serraj e il potente ministro dell’Interno Fathi Bishaga. Venerdì sera Serraj ha emesso un decreto di sospensione del ministro, stilato dopo aver consultato gli altri membri del Consiglio Presidenziale, fra cui il vice-presidente Ahmed Maitig, misuratino come Bishaga e suo rivale.
 
Serraj ha sospeso Bishaga e lo ha messo sotto inchiesta con l’accusa di non aver impedito che alcune milizie di Tripoli sparassero contro alcune manifestazioni di cittadini (per fortuna senza far vittime) che sono state inscenate nei giorni scori nella capitale contro lo stesso governo, contro la corruzione e contro la mancanza di elettricità. Serraj, che da mesi ha assistito impotente alla crescita di peso politico del rivale Bishaga, evidentemente ha preso la palla al balzo per mettere sotto tiro Bishaga, accusandolo di non aver saputo gestire la piazza. Fonti vicine al Consiglio presidenziale sostengono anche che Bishaga “avrebbe sobillato alcune delle proteste popolari”.
 
Nei 14 mesi di assedio del generale Haftar a Tripoli, Bishaga era diventato di fatto l’uomo della forza. Ex pilota militare, abile uomo politico cresciuto velocemente dopo la rivoluzione, Bishaga in assenza di un ministro della Difesa era stato il ministro capace di sostenere lo sforzo del coordinamento dei comandanti militari e soprattutto dei collegamenti con gli stati alleati di Tripoli.

Primo fra…

Tags
Show More
Close