Economia

L’Istat vede “estesi segnali di ripresa”. Soffre ancora il commercio: vendite giù dell’8,5% in sette mesi

L’Istat vede “estesi segnali di ripresa”. Soffre ancora il commercio: vendite giù dell’8,5% in sette mesi 

MILANO – I dati Istat sulle vendite al dettaglio fotografano come si è evoluto il commercio nei primi sette mesi dell’anno, in gran parte caratterizzati dalla pandemia del Covid. Tra gennaio e luglio le vendite al dettaglio sono diminuite nel complesso dell’8,5% rispetto allo stesso periodo del 2019 mentre il commercio online ha registrato una crescita del 28,5%. In un altro report, l’Istituto di statistica annota come però l’economia si stia rimettendo in moto. La caduta del Pil italiano nel secondo trimestre è “associata a estesi segnali di ripresa emersi, da maggio, per la produzione industriale e da giugno per i nuovi ordinativi della manifattura e per le esportazioni che hanno riportato forti incrementi sia verso i mercati Ue sia verso quelli extra-Ue, interessando tutte le principali categorie di beni”, si legge nella nota mensile sull’economia.
 

Vendite al dettaglio in calo anche a luglio

Secondo l’Istituto, a luglio si è avuto un calo complessivo delle vendite del 7,2% rispetto a luglio 2019 mentre per il commercio elettronico la crescita è stata dell’11,6%. Hanno sofferto soprattutto i negozi più piccoli con un calo dell’11,7% e del 14,6% nei primi sette mesi rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente mentre la grande distribuzione ha registrato un calo del 3,8% su luglio e del 3,9% nei primi sette mesi. Per le vendite al di fuori dei negozi c’è stato un calo del 7% su luglio e del 17% nei primi sette mesi.

L’Unione nazionale consumatori parla di…

Tags
Show More
Close