Notizie

Lite mortale per un tubo rotto, sconto in appello all’imputato

Un cinese di 44 anni e stato condannato a 4 anni, 5 mesi e 10 giorni. Colpì un connazionale dopo un diverbio al ristorante proseguito sul marciapiede

di Paolo Nencioni 03 Dicembre 2021

PRATO. Zhang Duoren, 44 anni, condannato in 1º grado a 7 anni e 6 mesi di reclusione per l’omicidio del connazionale Zheng Jianjin, ha ottenuto un consistente sconto di pena in appello ed e stato condannato a 4 anni, 5 mesi e 10 giorni. Lo ha stabilito la 1ª sezione della Corte d’assise d’appello di Firenze, presieduta da Anna Maria Sacco.

I giudici erano chiamati a valutare avvenuto il 16 settembre 2016 in via Filzi, dove nacque una lite tra due vicini di casa per futili motivi (nell’appartamento della vittima c’era stata una perdita di acqua che aveva danneggiato l’appartamento dell’imputato). Lite iniziata nella parte interna di un ristorante e poi proseguita all’esterno, sul marciapiede accanto a un furgoncino. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, Zheng Jianjin, che aveva bevuto parecchio, seguì Zhang Duoren all’esterno del locale per farsi le proprie ragioni e nel corso dell’animata discussione dette uno spintone a Zhang, che reagì e lo colpì facendolo cadere a terra. La scena e stata ripresa dalle telecamere di sorveglianza sulla strada, ma solo nella prima parte. Si vede difatti il 1º spintone, poi i due si spostano dietro al furgoncino e subito dopo Zhang si allontana dopo essere tornato a prendere le chiavi che aveva perso nella colluttazione.

Zheng Jianjin fu portato all’ospedale Santo Stefano dove resto in coma per quattro giorni, prima di morire il 20 7

 » Continua a leggere…