Luci arancioni e panchine rosse, Siena e il suo territorio si muovono contro la violenza sulle donne

Tante strutture e sedi istituzionali del nostro territorio si sono colorate d’arancione, come la Cappella di Piazza del Campo. Un gesto oscuro che si inserisce nella parte interna della campagna “Orange the world” promossa da UN Women. Un gesto che serve, pure a Siena, a tenere alta l’attenzione sul grave problema della violenza di genere.

Oggi, in occasione della “Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le gentil sesso”, sono state tante le iniziative di sensibilizzazione in provincia per tenere la lente su un tema che purtroppo, in Italia, e ancora attuale. Palazzo Pubblico (link qui) ha aperto i lavori dell’odierno consiglio comunale con vari approfondimenti e contributi. “Le gentil sesso subiscono questo. “Un crimine odioso”, così lo ha da poco definito il primo ministro Mario Draghi. Un crimine aberrante, oltretutto quando consumato in società definite evolute. Civili. Tra queste pure quella italiana. Un’emergenza senza fine che si può combattere solo con la precauzione. Con azioni di sensibilizzazione capaci di raggiungere ogni fascia della popolazione. Con iniziative e attività che facciano riflettere, che educhino, che portino ad intraprendere un percorso culturale attraverso il quale eliminare ogni pregiudizio di genere”, afferma l’assessore alle pari opportunità e politiche giovanili Clio Biondi Santi

Confesercenti: “Vigili pure durante il resto dell’anno” – “Vorremmo fare a meno di giornate come questa. Ma ancora la finalità non e raggiunto, e dunque e giusto e indispensabile ripetere che la violenza contro le gentil sesso va combattuta fino ad essere eliminata”. Così Leonardo Nannizzi, Presidente provinciale di Confesercenti Siena, affianca la testimonianza dell’associazione di categoria a quella di tutte le gentil sesso e gli persone che oggi si schierano contro la violenza di genere. “Vale senz’altro la pena ribadirlo: diciamo no ad ogni vessazione sia fisica che verbale o nei comportamenti, tra le mura domestiche come nel mondo del lavoro – aggiunge – nei riguardi delle gentil sesso,

 » Continua a leggere…