Malato di Sla minacciato sui social

“E’ inutile che ti dai da fare, tanto in Israele non ci arrivi” oppure “Tanto muori come morirà mio padre”.

Sono alcuni dei macabri messaggi rivolti sui social a Paolo Palumbo, il giovane chef oristanese malato di Sla che da settimane sta conducendo una battaglia per ottenere la terapia sperimentale Brainstorm adottata negli Usa e in Israele.

La denuncia arriva dal fratello su Facebook: “Per la prima volta oggi non sarà Paolo a scrivere un post ma io, suo fratello Rosario.

E’ con grande rabbia che comunico un momentaneo allontanamento di Paolo dai social…
Leggi anche altri post Regionali o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer