Manovra, prosegue lo scontro Salvini-Di Maio

Di Maio: “Sia chiaro: nessun mercimonio su altri tavoli. Il condono tombale nell’accordo non c’era”. E Salvini: “Non possiamo permetterci di litigare dentro il governo”. Il premier Conte prova a mediare

Non si placa il duello a distanza tra il Movimento 5 Stelle e la Lega, dopo le forti tensioni degli ultimi giorni per il condono penale e lo scudo per i capitali all’estero contenuti nel dl fiscale.“Domani si tratta solo di togliere la norma sul condono penale. Sia chiaro: nessun mercimonio su altri tavoli. Il condono tombale nell’accordo non c’era”. Sarebbe questo, secondo quanto apprende l’agenzia l’Adnkronos, l’avvertimento che Luigi Di Maio intende rivolgere a Salvini, esprimendo ai propri colleghi di partito il timore che la Lega intenda alzare il livello dello scontro, tirando fuori altri temi divisivi, quali la ricostruzione delle case abusive a Ischia e la tariffa unica Rc auto. “Nessuna chiamata (a Salvini, ndr), ma chiariremo quando rientrerà a Roma, al più tardi domani prima del Cdm. L’accordo lo troveremo, di certo su questo non cade il governo”.

“Domani prendo l’aereo e vado a Roma perché non possiamo permetterci di litigare dentro il governo – ha detto Matteo Salvini -. I problemi si risolvono parlando, io voglio che l’Italia vada avanti non indietro, ci sono ponti, strade e autostrade da costruire, c’è la nostra gente che ha bisogno di viaggiare, di essere più sicura. Ognuno è libero di portare avanti le sue battaglie”. Il vicepremier e ministro dell’Interno ha parlato nella piazza principale di Mezzocorona, paesino del Trentino, nel corso della campagna elettorale in vista delle elezioni provinciali di domenica, dove il candidato presidente del partito del Carroccio è Maurizio Fugatti.

Il premier Conte fa il pompiere

Ci aspettano giornate impegnative, per proseguire nel dialogo avviato con la Commissione europea sulla Legge di bilancio”, scrive il presidente del Consiglio Giuseppe Conte sulla propria bacheca Facebook. “Il confronto, che a tratti può essere anche acceso, tra le forze della maggioranza non intacca il buon lavoro che stiamo facendo”, assicura il premier. “Andiamo avanti consapevoli della responsabilità che abbiamo, specie nei confronti dei cittadini, di non disperdere le nostre energie e di rimanere concentrati sugli obiettivi che vogliamo raggiungere per il bene del Paese. Guido un governo che ha finora dimostrato di saper fare squadra e sintesi e così continueremo a fare”.

CONTINUA

Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer