Curiosità

Massa Marittima in Provincia di Grosseto

Dove si trova Massa Marittima ?

Massa Marittima è in provincia di Grosseto in Toscana.


un po di storia

Iniziamo la nostra camminata nel cuore di Massa Marittima iniziando da Piazza Garibaldi.
La struttura che domina la piazza e il duomo di San Cerbone, creata tra i secoli XI e XIII sopra una chiesa già presente. Ammirando il duomo si notano subito due stili diversi: la parte minore, il loggiato ed il coronamento a timpano sono di stile romanico pisano, sebbene la quadrifora ogivale e le tre guglie sono di stile senese.
Sul prospetto dell’entrata principale sono incisi in bassorilievo 5 avvenimenti della vita di San Cerbone.
Nella sua parte interna tra gli svariati manufatti di pregio si segnala la bellissima Arca di San Cerbone di Goro di Gregorio del 1324, il fonte battesimale di Giroldo da Como del 1297, la Madonna col bimbo del 1316 (circa) attribuita a Duccio di Boninsegna.
Accanto al duomo troviamo il palazzo del podestà del 1225 (sede del museo archeologico) sul cui frontale sono murati parecchi stemmi gentilizi delle cariche che hanno gestito la città.
Più a sinistra troviamo la palazzina dei Conti Biserno con finestre rinascimentali, il palazzo comunale del XIV secolo, ed dietro l’antica zecca del XIII secolo, dove nel 1317 si coniava il grosso massetano. Sul viale principale troviamo il Palazzo Albizzeschi dove nel 1380 nacque San Bernardino.
Trasferendoci in Piazza Mazzini arriviamo al Palazzo dell’Abbondanza con la Fonte dell’Abbondanza ed il suo celebre affresco.
Ci spostiamo poi fino a superare la bellissima porta alle Silici, dove troveremo la torre del candeliere del 1228 detta pure torre dell’orologio.
Questa torre venne devastata dai senesi nel corso della presa della città nel 1335, e poi ricostruita decisamente più bassa.
Venne altresi aggiunto un arco (opera di alta progettazione ingegneristica del tempo) che la unisce al cassero per controllare i ribelli. L’orologio fu inserito nel 1443 ma quello odierno e del 1610.
La torre del candeliere e visitabile ( informazioni tel. 0566 902289), si può pure passare sull’arco e su parte della mura, per arrivare sulla cima della torre si deve percorrere una rampa di scale molto ripida ma il panorama che potrete ammirare e meraviglioso!
Poco dopo troviamo il palazzetto delle armi del 1443 sede del museo di arte e storia delle miniere. Alla fine proseguendo corso Diaz arriviamo al complesso museale di San Pietro all’Orto con la chiesa di S. Agostino, la chiesa sconsacrata di San Pietro all’orto ed il complesso conventuale che accoglie il museo di arte sacra e la collezione di arte contemporanea; tra le opere esposte, la bellissima Maestà dipinta nel 1335 da Ambrogio Lorenzetti.

Dove si trova : massa marittima

Volete più informazioni? leggi qui


Massa Marittima is in the province of Grosseto in Tuscany.
We begin our walk in the heart of Massa Marittima starting from Piazza Garibaldi.
The structure that dominates the square and the cathedral of San Cerbone, created between the eleventh and thirteenth centuries on top of an already present church. Admiring the cathedral you immediately notice two different styles: the smaller part, the loggia and the tympanum crowning are in Pisan Romanesque style, although the ogival four-light window and the three spiers are in the Sienese style.
On the façade of the main entrance 5 events from the life of San Cerbone are engraved in bas-relief.
In its internal part, among the various valuable artifacts, we note the beautiful Arca di San Cerbone di Goro di Gregorio from 1324, the baptismal font by Giroldo da Como from 1297, the Madonna with child from 1316 (approximately) attributed to Duccio di Boninsegna.
Next to the cathedral we find the palace of the podestà of 1225 (seat of the archaeological museum) on the front of which are walled up several noble coats of arms of the offices who managed the city.
Further to the left we find the building of the Counts Biserno with Renaissance windows, the town hall of the fourteenth century, and behind the ancient mint of the thirteenth century, where in 1317 the large Massetan was minted. On the main avenue we find the Albizzeschi Palace where San Bernardino was born in 1380.
Moving to Piazza Mazzini we arrive at the Palazzo dell’Abbondanza with the Fonte dell’Abbondanza and its famous fresco.
We then move up to pass the beautiful door to the Silici, where we will find the candlestick tower of 1228 also known as the clock tower.
This tower was devastated by the Sienese during the capture of the city in 1335, and then rebuilt much lower.
An arch was also added (a work of high engineering design of the time) which joins it to the keep to control the rebels. The clock was inserted in 1443 but the current one is from 1610.
The candlestick tower can be visited (information tel. 0566 902289), you can also pass over the arch and part of the walls, to get to the top of the tower you have to walk a very steep flight of stairs but the view that you can admire is wonderful !
Shortly after we find the weapons palace of 1443, seat of the museum of art and history of mines. At the end, continuing on Corso Diaz we arrive at the museum complex of San Pietro all’Orto with the church of S. Agostino, the deconsecrated church of San Pietro all’orto and the convent complex that houses the museum of sacred art and the collection of contemporary art; among the works on display, the beautiful Majesty painted in 1335 by Ambrogio Lorenzetti.


Creato il :07/09/2021 08:07:22
Modificato il :08/09/2021 alle: 08:11:24