Morto nel carrello, macabra ironia in Rete. Caccia a chi si è liberato del cadavere

Morto nel carrello, macabra ironia in Rete. Caccia a chi si è liberato del cadavere

Il giallo dell’uomo trovato morto in un carrello della spesa a Ceccano (Frosinone), ficcato impietosamente a testa in giù, con il naso gocciolante sangue, seminascosto da un mucchio di coperte, tiene impegnati gli investigatori dell’Arma per il terzo giorno consecutivo e alimenta un macabro humour in Rete. Il web, si sa, spesso scatena ferocia e gli istinti più disumani. «Neurospeen», «Cadaveri oltre le cose», sono alcuni dei messaggi circolati nelle ultime ore nei Social sulla misteriosa fine di Marcello Pisa, 52 anni, bravo pizzaiolo perduto nella dipendenza dell’eroina. E a suscitare sdegno è anche un fotomontaggio diventato virale: c’è la foto della vittima, con un maglione a strisce colorate, e sotto, come fosse in vendita su uno scaffale, la scritta «Aggiungere al carrello». Identica grafica e stesse modalità di prenotazione della merce utilizzate …

 

Morto nel carrello, macabra ironia in Rete. Caccia a chi si è liberato del cadavere

visita la pagina 

Lascia un commento