Notizie

Musica e parole l’attore toscano Paolo Hendel inscena Calvino a Politeama di Prato

Mercoledì 2 febbraio, ore 21

Viola e il Barone

Paolo Hendel legge Calvino

Reading sui testi di Italo Calvino a cura di Paolo Hendel e Marco Vicari

Musiche eseguite dal vivo da

Augusto Vismara, violino

Gaetano Adorno, viola

Elisa Racioppi, pianoforte

Realizzazione Agidi

Settanta candeline spente da poco e un gradito ritorno sul palcoscenico del Politeama. L’attore toscano Paolo Hendel e protagonista del 5º incontro della rassegna Toscanacc* che fa rima con un nuovo mercoledì sera a teatro nel segno della “toscanità”condita con un pizzico di poesia e comicità intelligente. Quello che andrà in scena mercoledì 2 febbraio (alle 21) sarà uno show di reading musicale con l’accompagnamento di Augusto Vismara al violino, Gaetano Adorno alla viola ed Elisa Racioppi al pianoforte, intitolato Viola e il Barone.

Un omaggio a Italo Calvino, riprendendo brani dove e forte l’impronta della “leggerezza” a lui cara, unita a quell’ironia che tocca punte di comicità, profondità e poesia nelle pagine di opere come Il barone rampante e Il cavaliere inesistente. Uno show che coniuga musica e letteratura, ironia e profondità creando una poesia che conquisterà gli spettatori grazie pure alla prestazione dei musicisti e dell’attore. “Nella vita tutto quello che scegliamo e apprezziamo come leggero non tarda a rivelare il proprio peso insostenibile. Forse solo la vivacità e la movibilità dell’intelligenza sfuggono a questa condanna” (cit. da Lezioni americane). Il reading si conclude con l’immagine, dalla forte valenza simbolica, che chiude il romanzo: Il Barone ormai vecchio che, con un ultimo guizzo, si lancia da un albero, afferra la fune che pende da una mongolfiera e sparisce nel cielo.

Espressione della più pungente satira della realtà sociale e politica del Belpaese, Paolo Hendel ha iniziato la sua carriera scrivendo monologhi comici per il teatro per poi approdare in tv come ospite fisso di diverse trasmissioni. Apprezzato per il suo talento surreale e travolgente, si e fatto conoscere pure nel mondo del cinema. Nel corso degli anni ’80 i Giancattivi lo vogliono nel film A Ovest di Paperino, nel 1982 e nel cast di La notte di San Lorenzo dei fratelli Taviani e nel 1986 in Speriamo che sia femmina di Mario Monicelli. Nella seconda metà degli anni ’90 arrivano altri successi con Il Ciclone e Il pesce innamorato del connazionale Leonardo Pieraccioni (film campioni d’incassi). Nel 2018 e uscito per Rizzoli il libro La giovinezza e sopravvalutata. Il manifesto per una vecchiaia felice, scritto con Marco Vicari: dal volume e tratto un monologo teatrale, scritto sempre con Marco Vicari e con la regia di Gioele Dix.

Lo show Viola e il Barone si svolgerà nel rispetto delle norme anti-Coronavirus con obbligo di Green Pass “rafforzato” all’ingresso e mascherina di tipo Ffp2, come previsto dalle disposizioni governative. Il costo del biglietto e di 20 euro per il posto unico in platea. Si puo fare acquistare i biglietti attraverso il circuito Ticketone o Boxoffice oppure direttamente in biglietteria, aperta da martedì a sabato dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19. Informazioni: www.politeamapratese.it