MondoSport

Nazionale, Mancini guarda avanti: anche oltre l’ombra di Lippi…

Nazionale, Mancini guarda avanti: anche oltre l’ombra di Lippi… 

FIRENZE – Oltre all’Europeo del prossimo giugno, farà anche il Mondiale d’inverno nel 2022: Roberto Mancini ha dichiarato che rimarrà commissario tecnico almeno fino alla coppa del mondo in Qatar, perché la rinascita dalle ceneri della mancata qualificazione di Ventura a Russia 2018 è stata un lavoro troppo faticoso e riuscito per lasciarne i frutti a qualcun altro. Senza giri di parole, di fronte alle domande sulla tentazione delle potenziali panchine alternative (in Premier League soprattutto) e sul chiarimento col presidente della Figc Gravina circa l’imminente ingaggio come direttore tecnico dell’illustre predecessore Lippi, eroe di Berlino 2006, il ct ha scelto la modalità Domenico Modugno: se la lontananza è come il vento, il fuoco tra lui e la Nazionale è di quelli grandi, che non si spengono. In effetti, nei quasi 10 mesi di lontananza dovuta alla pausa forzata, il vento ce l’ha messa tutta per spezzare il suo idillio con la squadra italiana più vincente del 2019: 10 vittorie in 10 partite, 37 gol fatti e 4 subiti, che diventano 38 sommando l’undicesimo successo consecutivo, l’1-0 in amichevole con gli Usa a fine 2018. Però il legame è rimasto forte. L’idillio è stato sì interrotto dal coronavirus, ma questa sorta di sgradito anno sabbatico non ha incrinato la passione di Mancini: tutt’al più, congelando l’attività delle Nazionali mentre campionati e coppe in un modo o nell’altro ricominciavano, gli ha semplicemente confermato che gli interessi…
seguiciapprofondisci l'articolo dal sito di origine
Tags
Show More
Close