Negli scontrini spunta una tassa Covid da 2 a 4 euro

Negli scontrini spunta una tassa Covid da 2 a 4 euro

Si tratterebbe di una tassa Covid per finanziare i costi più alti sostenuti dalle attività commerciali a causa dell’epidemia. L’imposta va dai 2 ai 4 euro e verrebbe applicata dagli esercenti direttamente ai clienti. La denuncia arriva dal Codacons. Già da alcuni giorni l’associazione dei consumatori sta ricevendo le segnalazioni dei cittadini in merito a questi aumenti legati al coronavirus. E una settimana fa aveva avvertito sul rischio del caro prezzi.

Il presidente dell’organizzazione Carlo Rienzi ha sottolineato che “numerosi consumatori hanno denunciato al Codacons un sovraprezzo, mediamente dai 2 ai 4 euro, applicato in particolare da parrucchieri e centri estetici ai propri clienti”.

Come riporta La Stampa, il numero uno di Codacons ha spiegato che sarebbe un balzello inserito come voce Covid 19 nello scontrino “e che sarebbe imposto – ha proseguito – come contributo obbligatorio per sostenere le …

 

Negli scontrini spunta una tassa Covid da 2 a 4 euro

visita la pagina 

Lascia un commento