Cronaca

“Non chiamate la polizia o rovinate la festa”: i verbali dell’orrore raccontano lo stupro delle quindicenni inglesi

“Non chiamate la polizia o rovinate la festa”: i verbali dell’orrore raccontano lo stupro delle quindicenni inglesi 

Orrore. Il racconto di quanto accaduto nella notte tra il 6 e il 7 settembre scorso, in una villa nelle campagne di Marconia, poco lontano dal mare di Pisticci, è impossibile anche soltanto da immaginare. Due ragazzine inglesi di 15 anni – “due bambine” come le chiama, davanti agli investigatori, il loro zio, non riuscendo a trattenere a trattenere le lacrime – violentate, nel corso di una festa, da un branco di diciottenni nell’indifferenza più generale.

Anzi: “Non chiamate la polizia, altrimenti rovinate la festa!” gridava una ragazza a chi cercava di aiutare le due inglese appena violentate. Gli aguzzini erano in cinque almeno, forse dieci. Quattro di loro sono in carcere grazie a un’indagine lampo condotta dalla squadra mobile di Matera coordinata dal questore, Luigi Liguori, un poliziotto di grandissima esperienza che ha voluto seguire personalmente le indagini.


Cronaca

Minorenni inglesi violentate nel Materano, arrestati 4 ragazzi tra i 19 e i 23 anni: “Atti brutali e subdoli”

La storia, per come la racconta il gip di Matera, è andata così. Da circa in mese due ragazzine inglesi erano in vacanza in Basilicata, regione di origine di una delle due. Il 6 decidono di partecipare , con la sorella più grande di una delle due sulla base dell’invito ricevuto da un’amica conosciuta in zona che chiameremo Francesca, a una festa nelle campagne di Pisticci: era un…

Tags
Show More
Close