Cronaca

Omicidio Marco Vannini, il pg: “Condannare i Ciontoli a 14 anni”

Omicidio Marco Vannini, il pg: “Condannare i Ciontoli a 14 anni” 

Il sostituto procuratore generale presso la corte d’appello di Roma Vincenzo Saveriano ha chiesto 14 anni di reclusione per Antonio Ciontoli, la moglie Maria Pezzillo e i due figli Martina e Federico per concorso in omicidio volontario con dolo eventuale in relazione alla morte del 20enne Marco Vannini, avvenuta tra il 17 e il 18 maggio del 2015 a Ladispoli.

Cronaca

Omicidio Marco Vannini, ricostruite le ultime parole: “Ti prego basta, mi fa male”

In subordine, il rappresentante della pubblica accusa ha chiesto di ritenere solamente i familiari del principale imputato, che feri’ a morte Vannini con un colpo d’arma da fuoco, responsabili di concorso anomalo (ai sensi dell’articolo 116 del codice penale) e di condannarli alla pena di 9 anni e 4 mesi di reclusione.


Cronaca

Vannini, il figlio di Ciontoli: “Fui io a chiamare subito i soccorsi”. La madre: “Vergognoso”

Nel procedimento di appello bis è imputata l’intera famiglia Ciontoli, dopo che la Cassazione ha disposto un nuovo processo di secondo grado per il riconoscimento dell’omicidio volontario con dolo eventuale per la morte di Marco, ucciso da un colpo di pistola mentre era a casa della fidanzata a Ladispoli, sul litorale romano.

Era la notte tra il 17 e il 18 maggio 2015 quando Marco Vannini rimase ferito da un colpo di pistola…

Tags
Show More
Close