CronacaPolitica

Omicidio Willy e cultura fascista, rubato l’account Instagram condiviso da Chiara Ferragni

Omicidio Willy e cultura fascista, rubato l’account Instagram condiviso da Chiara Ferragni 

Si chiama Michela Grasso, ha 21 anni, è nata a Gallarate in provincia di Varese ma studia Scienze Politiche all’Università di Amsterdam. È la giovanissima aspirante giornalista che due anni fa ha creato l’account Instagram “SpaghettiPolitics” per spiegare la politica italiana (e poi quella internazionale) ai suoi amici all’estero, in italiano e in inglese. Uno dei suoi ultimi post, sulle radici culturali fasciste della morte di Willy Monteiro Duarte, è stato condiviso dall’influencer Chiara Ferragni. Giusto il tempo di godere del boom di follower che il suo account “di lavoro”, quello privato e quello dell’hotel di famiglia che gestisce sono stati hackerati e cancellati. “Instagram non vigila sulle truffe – denuncia la ragazza – così ho perso il lavoro di due anni”.

Cronaca

Omicidio Willy, Chiara Ferragni su Instagram: “Il problema non sono le palestre, è la cultura fascista”

Michela, cosa è accaduto?

“Dopo il repost di Chiara Ferragni e l’impennata di follower (da 20mila a 70mila in 2 giorni) avevo chiesto a Instagram di ottenere le spunte blu. Poche ore dopo mi è arrivato un messaggio da un account uguale a quello di Instagram che mi chiedeva di confermare la mia identità cliccando su un link. Anche il sito a cui rimandava sembrava affidabile e invece mi hanno rubato i dati e hanno cancellato tutti i miei account. Ho perso tutto il…

Tags
Show More
Close