Arezzo

Orti e terreni devastati da siccità e cinghiali

This content has been archived. It may no longer be relevant

#arezzo

Allarme alto pure per gli incendi che sul territorio stanno colpendo oltretutto boschi e sterpaglie

AREZZO E PROVINCIA — La siccità avanza, con la colonnina di mercurio che pure oggi ha toccato i 39 gradi. La Toscana difatti si inizia verso lo stato d’emergenza e nel Comune di Arezzo, come in altri della provincia, sono state emesse ordinanze che vietano l’uso dell’acqua se non per uso domestico ed igienico-sanitario.

Ma le colture, sia orti che grandi appezzamenti, non sono tormentati solo dalla carenza della risorsa idrica, seppure sia il problema maggiore. Difatti, a minacciare le produzioni agrarie ci sono pure i cinghiali. La loro presenza vicino alle case è sempre più frequente ed i danni sono sotto agli occhi di tutti. Le loro incursioni sono oltretutto notturne, riescono a sfondare le recinzioni e far razzia di ortaggi e frutti.

Oltre a queste emergenze ambientali si sommano pure gli incendi. Sfortunatamente pure nell’Aretino sono all’ordine del giorno. Ad essere colpiti in particolar modo boschi e sterpaglie. L’indicazione è di prestare la massima attenzione e si ricorda come sia in vigore il divieto di abbruciamento, per ora fino al 31 agosto salvo proroghe.


VEGN2395->> 2022-07-04 16:29:00