Economia

Pa, innovazione e salvaguardia del patrimonio naturale e artistico: l’agenda di Bankitalia per il Recovery fund

Pa, innovazione e salvaguardia del patrimonio naturale e artistico: l’agenda di Bankitalia per il Recovery fund 

MILANO – Mentre il governo stringe i lavori per definire l’agenda delle priorità da consegnare all’Europa per ottenere i fondi del Revovery plan, Bankitalia indica le priorità che dovrebbero trovare spazio nei progetti dell’esecutivo. “E’ possibile individuare almeno tre macro aree nelle quali gli interventi appaiono altrettanto urgenti: pubblica amministrazione; innovazione; salvaguardia e valorizzazione del nostro patrimonio naturale e storico-artistico”. Le priorità sono state indicate da Fabrizio Balassone, Capo del Servizio Struttura economica della Banca d’Italia, alla Commissione Bilancio della Camera.

“Gli effetti di un’azione di rinnovamento dell’amministrazione pubblica, delle infrastrutture, tradizionali e innovative, della scuola possono essere particolarmente rilevanti al Sud. Nelle regioni meridionali deve innanzitutto migliorare l’ambiente in cui le imprese operano, in primo luogo con riferimento alla tutela della legalità. È più ampio il ritardo tecnologico da colmare, inferiore l’efficacia delle politiche pubbliche, più difficoltoso il completamento degli investimenti”. Secondo Balassone, “il Piano nazionale per la ripresa e la resilienza deve fondarsi anche sull’obiettivo imprescindibile di conseguire un sostanziale, progressivo e continuo riequilibrio dei conti pubblici. A questo può contribuire soprattutto il rilancio della crescita, che sarà possibile solo se le risorse saranno impiegate in maniera produttiva; in caso contrario i…

Show More
Close