Palermo, arresti per appalti sanità c’è anche Antonino Candela

Palermo, arresti per appalti sanità c’è anche Antonino Candela

Antonino Candela è stato arrestato. Lui, che per anni ha vissuto sotto scorta e che si è sempre professato un ‘anti-tangenti’, è finito ai domiciliari per corruzione nella Sanità. Antonino Candela, ex manager dell’Asp 6 di Palermo e attuale coordinatore per l’emergenza Coronavirus in Sicilia, è tra i dieci arrestati di una maxi inchiesta della procura e del comando provinciale della Guardia di finanza di Palermo. Il lavoro delle fiamme gialle ha scoperchiato un sistema di mazzette attorno a quattro appalti della sanità siciliana. Gare, per un valore di 600 milioni di euro, che sono state aggiudicate dal 2016 in poi dalla “Centrale unica di committenza della Regione” e dall’Asp 6.

Antonino Candela è stato arrestato con l’accusa di avere intascato in più trance una mazzetta da 260mila euro dagli imprenditori che hanno gestito uno di quegli appalti. Tra le …

 

Palermo, arresti per appalti sanità c’è anche Antonino Candela

visita la pagina 

Lascia un commento