Attualitá

Paola Cortellesi: ‘Avrei voluto essere libera come Petra, almeno una volta nella vita’

Paola Cortellesi: ‘Avrei voluto essere libera come Petra, almeno una volta nella vita’ 

Tiene moltissimo alla sua indipendenza, al suo cattivo carattere, ai suoi spigoli. Non fa nulla per piacere, eppure conquista con l’ironia, con quel modo di fare di chi ne ha viste tante e non vuole più perdere tempo. Quando spiega al collega Monte – grande amico – come sia facile non avere legami, lo spiazza. Anche quando indaga, è schietta e non si perde in chiacchiere: Petra Delicado, come sanno bene i lettori dei libri di Alicia Giménez-Bartlett (Sellerio), è una donna fuori dagli schemi. Paola Cortellesi la interpreta nella serie Petra diretta da Maria Sole Tognazzi – su Sky e Now Tv da lunedì 14 settembre – senza tradirla, restituendo tutte le contraddizioni. 

Paola Cortellesi: 'Avrei voluto essere libera come Petra, almeno una volta nella vita'

Paola Cortellesi con Andrea Pennacchi

Da Barcellona l’azione si sposta a Genova, dove Petra, topo d’archivio, passa alle indagini: si occupa, insieme al viceispettore Antonio Monte (Andrea Pennacchi), di casi di omicidio. Due matrimoni alle spalle, uno stile di vita tutto suo (un ragno per amico, cui offre grilli a pranzo e cena), Petra si rimette in gioco. “Mi piace come Paola la interpreta” commenta Giménez-Bartlett “è fantastica; è bella ma non è una Barbie, restituisce l’ironia di questa donna che ha scelto di essere libera e di rimanere profondamente se stessa. È indipendente, stabilisce lei che tipo di rapporti avere. In questo scandalizza un po’ Monte, trovo Pennacchi bravissimo. Petra non potrebbe esistere senza di lui, sono complementari. Mi è sembrato strano uscire da…

Show More
Close