Pd su vicenda Macrì: “brutta pagina per la nostra città”

L’Anac, l’Autorità nazionale anticorruzione, ha confermato quanto sostenevamo da tempo ed ha giudicato inconferibile l’incarico di Presidente di Estra a Francesco Macrì. Essendo allora consigliere comunale di Arezzo, non avrebbe potuto assumere questa carica se non dopo due anni dalle dimissioni da consigliere. Non l’ha fatto ed e invece passato con celerità da un ruolo all’altro. Della vicenda si e occupata la Procura della Repubblica di Arezzo e al momento e argomento del Tribunale di Arezzo dove si sta svolgendo il processo. Lasciando alla magistratura il compito di una valutazione sotto il profilo penale, non possiamo che evidenziare il bisogno, logica e politica, delle dimissioni di Francesco Macrì da Presidente di Estra. Questa situazione di mancata certezza che si sviluppa tra Tribunale

 » Continua a leggere…