Notizie

4 mostre con le opere d’arte degli Uffizi



Masaccio e Angelico, il Papa guerriero Giuliano della Rovere, i dipinti e i disegni di Pietro Benvenuti, donne e Madonne a Poppi sono le 4 mostre aretine che porteranno le opere d’arte degli Uffizi fuori da Firenze. Con esattezza a San Giovanni, Anghiari e Arezzo. Scatta tra la primavera e l’estate la seconda edizione di “Terre degli Uffizi”, progetto per la valorizzazione del patrimonio artistico della Toscana promosso da Gallerie degli Uffizi e Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze per consolidare il legame del territorio con le sue ricchezze artistiche. È stato trasmesso ieri da Luigi Salvadori, presidente della Fondazione CR Firenze, dal direttore degli Uffici Eike Schmidt e dai primi cittadini dei Comuni coinvolti.

Un progetto che ha fatto incrementare le presenze turistiche nelle città che hanno ospitato le opere fiorentine. Poppi e Castiglion Fiorentino hanno visto un incremento del 18 per cento, Anghiari del 14 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La riprova? L’83 per cento degli intervistati ha comunicato che era la 1ª volta che visitava il museo dove era allestita l’esposizione.

Ecco i nuovi incontri. A Casa Bruschi ad Arezzo dal 17 giugno al 23 ottobre l’esposizione “Pietro Benvenuti nell’età di Canova. Dipinti e disegni da collezioni pubbliche e private” in occasione del secondo anniversario della morte di Antonio Canova. Sarà dedicata al mistero della vita e della nascita l’esposizione al Castello di Poppi, dal 8 luglio al 1 novembre “Nel segno della vita. Donne e madonne al tempo dell’attesa”. A San Giovanni dal 17 settembre al 15 gennaio “Masaccio e Angelico. Dialogo sulla verità nella pittura nel Museo delle Terre Nuove e nel Museo della Basilica di Santa Maria delle Grazie con pitture legati all’iconografia della Madonna con il Bimbo. E ad Anghiari dal 21 maggio mostra su “Il Papa Guerriero. Giuliano della Rovere e le persone d’arme di Anghiari” fino al 25 settembre al Museo della Battaglia. “Non si tratta solamente di valorizzazione il contesto ambientale in termini di turismo, ma di un riscatto dallo stigma di periferia e di una rivalutazione storica delle relazioni tra territorio e capoluogo” conferma convinto Schmidt.

Silvia Bardi


The post in italian is about:


L’article en italien concerne :