Politica

Referendum, Berlusconi: “Libertà di voto per i nostri eletti”. E Casini spiega il suo No

Referendum, Berlusconi: “Libertà di voto per i nostri eletti”. E Casini spiega il suo No 

Un fronte che si ingrossa, in modo silenzioso. Pier Ferdinando Casini, in un’intervista a Repubblica, spiega le ragioni per cui voterà No al taglio di un terzo dei parlamentari al vaglio delle urne il 20-21 settembre. Silvio Berlusconi, invece, conferma le sue perplessità sul taglio degli eletti e parla di assoluta libertà di voto per i parlamentari azzurri. Mentre nel pomeriggio alla Camera si riunisce un fronte trasversale di parlamentari e associazioni per il No (comprese le Sardine).

Berlusconi: “Sto ancora riflettendo. Libertà assoluta per i nostri eletti”
Il leader di Forza Italia interviene ancora sulla consultazione del 20 e 21 settembre, facendo questa volta un piccolo ma ancora “incerto” passo in avanti rispetto alle dichiarazioni rilasciate qualche giorno fa in cui sosteneva che “fatto così, come lo vogliono i grillini, il taglio dei parlamentari rischia di essere solo un atto di demagogico che limita la rappresentanza, riduce la libertà e la nostra democrazia”.

rep


Approfondimento

Berlusconi boccia il taglio degli eletti. Meloni unica paladina del Sì a destra

I dubbi per Berlusconi restano però: “Sono personalmente molto perplesso. Io sto ancora riflettendo sul mio voto, fermo restando l’assoluta libertà per i nostri militanti e per i nostri eletti – ha detto intervenedo come ospite di ‘Agorà Estate’ su Raitre – Il taglio dei parlamentari…

Tags
Show More
Close