Attualitá

Repressione in Bielorussia: l’Ue prepara le sanzioni, ma Lukashenko non sarà nella lista

Repressione in Bielorussia: l’Ue prepara le sanzioni, ma Lukashenko non sarà nella lista 

BRUXELLES –  L’Europa chiede il rilascio immediato dei dissidenti politici arrestati in Bielorussia a partire da quello di Maria Kolesnikova, l’oppositrice rapita dalle forze di sicurezza di Aleksandr Lukashenko e secondo i suoi compagni detenuta nella regione di Gomel.

rep


Intervista

Bielorussia, Latushko: “Repressione in stile Urss. Bisogna porre fine ora a questo scempio della legalità”

Bruxelles schiera i massimi livelli dei suoi vertici politici e intanto lavora a un set di sanzioni che andranno dal divieto di ingresso nell’Unione al congelamento dei beni e colpiranno i vertici del regime di Minsk.
L’impianto sanzionatorio dovrebbe essere approvato il 21 settembre dai ministri degli Esteri europei per diventare operativo entro poche settimane. Gli sherpa al lavoro sulle ritorsioni al momento hanno messo nel mirino 31 persone ritenute responsabili dei brogli e della repressione.

rep


Approfondimento

Kolesnikova, la flautista contro il dittatore bielorusso: “Impossibile fermare la protesta: è più forte del singolo, me inclusa”

Gli europei sono pronti a colpire anche i massimi livelli politici di Minsk, tanto che nella lista delle personalità che saranno oggetto di sanzioni al momento risulta anche il ministro dell’Interno…

Tags
Show More
Close