Cronaca

Roma, alla scuola Sacchetto il cortile diventa cimitero di banchi: “Noi genitori operai”

Roma, alla scuola Sacchetto il cortile diventa cimitero di banchi: “Noi genitori operai” 

Entrare alla Ulderico Sacchetto, è un po’ come mettere piede in un’isola ecologica dell’Ama. Con la differenza che in questa scuola a Torrevecchia – quartiere a nord della città – non c’è alcun ordine. E banchi vecchi, porte dismesse, mobili, scrivanie ammuffite, poltrone e sporcizia d’ogni genere sono ovunque. Montagne di robe da buttare. Eppure, anche in questa scuola lunedì suonerà la campanella per i ragazzi delle medie e i più piccini delle elementare. Una lotta contro il tempo.

Una lotta cominciata già ad agosto, quando insegnanti e genitori si sono messi a lavorare già cercando di rendere l’ambiente “abitabile”. Ieri a mezzogiorno, però, era ancora una discarica a cielo aperto. Con le mamme e i papà, mascherina sul viso e guanti, che continuavano a ridipingere le classi e a ispezionare i bagni. ” Sono luridi, con i sanitari macchiati, indecenti “, racconta una delle madri mentre insieme ad un gruppetto di signore camminava tra i corridoi.


Cronaca

Roma, scuola al via nel caos: raccontateci le vostre storie

Altro che il problema dei banchi mononouso non ancora arrivati. La situazione, qui alla Ulderico Sacchetto, è ancora più complicata. I problemi arrivano da lontano. Tre anni fa la scuola fu chiusa per problemi strutturali e i ragazzini mandati a seguire le lezioni in altre scuole in zona. Tetto rifatto, solai consolidati. Ma in realtà nessuno collaudo finale aveva dato l’ok…

Tags
Show More
Close