Attualitá

Se la Golf pensa elettrico

Se la Golf pensa elettrico 

Rivoluzione green per Volkswagen che entro l’anno metterà in vendita cinque diverse versioni ibride della nuova Golf: tre mild hybrid e due ibride plug-in. Ossue due Golf eTSI con potenze di 110 Cv e 150 Cv che poi sono le prime Volkswagen disponibili con il nuovo propulsore mild hybrid a 48 V che consente non solo di ridurre il consumo di carburante fino a 0,4 l/100 km, ma offrono anche eccellenti prestazioni in fase di accelerazione. E poi c’è la eHybrid che arriva fino a 204 Cv e si affianca alla più potente GTE da 245 Cv

Tutti i motori eTSI sono equipaggiati con un efficiente sistema di recupero dell’energia. L’energia in frenata viene immagazzinata nella batteria a 48 V, che consente di “veleggiare”, ossia viaggiare per inerzia con il motore a combustione completamente spento; tutti i principali sistemi di bordo, come i freni o il servosterzo elettromeccanico, continuano a essere alimentati dalla batteria a 48 V quando il motore TSI è spento. Il sistema a 48 V consente anche di riavviare il motore all’insegna del massimo comfort. Inoltre, i motori eTSI assicurano prestazioni particolarmente sportive in fase di accelerazione per merito del boost elettrico, grazie all’elevata coppia massima immediatamente disponibile.

E l’autonomia? Fino a 80 chilometri per la Golf eHybrid e la Golf GTE che riescono a coprire in elettrico le distanze che la maggior parte dei pendolari deve percorrere ogni giorno per recarsi al lavoro. In teoria, quasi tutti i viaggi a…

seguiciapprofondisci il post da originale
Tags
Show More
Close