Cronaca

Se sei ubriaco non parti: l’alcol lock sulle auto dei condannati per guida in stato d’ebrezza

Se sei ubriaco non parti: l’alcol lock sulle auto dei condannati per guida in stato d’ebrezza 

ROMA – Ci siamo, anche in Italia sta per arrivare il famoso sistema – diffusissimo all’estero – che blocca l’auto se chi cerca di mettersi al volante è ubriaco: è stata appena presentata una proposta di legge proprio per introdurre limitazioni all’utilizzo dei veicoli a motore da parte di soggetti già condannati per il reato di guida in stato di ebbrezza.     

E’ quanto prevede un disegno di legge del CNEL dal titolo: “Modifiche agli articoli 125 e 186 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 e successive modificazioni, concernenti un dispositivo di blocco da installare sui veicoli in uso ai soggetti condannati per guida in stato di ebbrezza”, approvato dall’Assemblea nell’ultima seduta prima della pausa estiva, relatore il consigliere Gian Paolo Gualaccini, coordinatore della Consulta Nazionale per la Sicurezza Stradale e la Mobilita’ Sostenibile del CNEL, e gia’ annunciato nelle Aule di Senato e Camera.
“Lo scopo della proposta – spiegano al CNEL – nata nella Consulta Nazionale, che non comporta oneri aggiuntivi per le casse dello Stato dal momento che installazione e manutenzione del dispositivo sono a carico del soggetto sanzionato, è quello di prevedere che, chi viola la disposizione, sia oggetto di una specifica prescrizione per la guida che andrebbe resa esplicita sulla patente come previsto dalla vigente normativa europea”. L’iter legislativo dovrebbe essere breve e ovviamente le caratteristiche del…

Tags
Show More
Close