Notizie

Sony ha comprato Bungie e Destiny per Project Spartacus, il nuovo PS Plus, per Schreier

Jason Schreier, giornalista di Bloomberg e insider dell’industria videoludica, afferma la propria sull’acquisizione di Bungie da parte di Sony PlayStation. A suo dire, uno dei motivi dietro questa scelta e potenziare Project Spartacus, il nuovo abbonamento “evoluzione/fusione” di PS Plus e PS Now.

Schreier precisamente conferma: “Quando Spartacus verrà pubblicato (e previsto per questa primavera), combinerà gli attuali piani di abbonamento di Sony, PlayStation Now e PlayStation Plus, in un nuovo programma a tre livelli. Gli utenti saranno in grado di pagare una quota mensile per accedere a un catalogo di giochi vecchi e nuovi da tutte le piattaforme PlayStation.”

Ci sarà una differenza chiave tra Xbox Game Pass e Spartacus: Sony, a differenza di Microsoft, non ha intenzione di mettere velocemente tutti i suoi più grandi giochi sul servizio. L’ditta giapponese fa troppi soldi con franchise come Horizon e God of War per smettere di vendere i suoi giochi più recenti a 60 o 70 $ (USA dollars) a testa. Dare via quei giochi come parte di un abbonamento potrebbe pure portare ad altri mal di testa. Potrebbe consumare i bonus di ogni studio PlayStation, il che non farebbe piacere al personale.”

PlayStation x Bungie

D’altra parte, giochi come Destiny 2, che sono aggiornati puntualmente con nuovi contenuti, sono la scelta perfetta per Spartacus. Ecco perché Sony afferma questa settimana che sta investendo in 10 cosiddetti game live service nei prossimi 5 anni. Destiny 2 e free to play all’inizio, ma fa pagare i giocatori per i nuovi contenuti nelle espansioni e nei season pass. E facile immaginare che Sony includa quel contenuto con Spartacus, o forse potrebbero dare vantaggi speciali agli abbonati.”

Simili sinergie dovrebbero accadere con gli altri giochi del servizio online di Sony. Con Bungie, Sony ora impiega centinaia di persone con esperienza legata ai game live service. E una sfida che e molto più difficile di quanto possa sembrare e i nuovi arrivati potrebbero aiutare gli altri studi di Sony ad imparare a fare lo stesso.

E pure facile immaginare che Spartacus arrivi su PC, dove competerebbe direttamente con il Game Pass di Microsoft. E lì che una risorsa come Destiny 2 avrebbe più valore, ed e uno dei motivi per cui sia Bungie che Sony hanno esplicitamente detto che Destiny non diventerà un’esclusiva PlayStation.

Tutto questo si lega impeccabilmente pure al fatto che Sony vuole che i dipendenti di Bungie rimangano: e pronta a pagarli $1,2 miliardi pur che questo avvenga. Sony vuole accesso all’esperienza di Bungie e dei suoi dipendenti, non solo ai suoi marchi.