Mondo

Sopravvivere alla crisi con gli orti urbani: il progetto rivoluzionario di Casal Brunori a Roma

Sopravvivere alla crisi con gli orti urbani: il progetto rivoluzionario di Casal Brunori a Roma 

NON TUTTI LO IMMAGINANO, ma Roma è una delle città più verdi al mondo. Per la precisione, secondo lo studio Green Cities index 2018, che ha valutato i centri urbani più green del pianeta, la Capitale nella classifica globale occupa il settimo posto, con 166,47 metri quadri di verde pro capite, ed è l’unica città italiana a comparire nella top 20. Non solo: con i suoi 1.287 km quadrati di superficie la città è anche il più esteso e popoloso Agro Romano d’Italia, nonché il più grande comune agricolo della nazione. Primati importanti, che purtroppo si scontrano con una quotidianità fatta di incuria e dove non sempre le risorse vengono valorizzate come potrebbero.

Tra le strategie che negli ultimi anni sono state messe in campo per invertire la rotta c’è quella degli orti urbani, ormai di moda in tutte le città più ricche e organizzate d’Europa, da Berlino a Firenze, da Barcellona a Parigi. A Roma, che certo non manca della materia prima, gli orti urbani esistono almeno dal 1942, e al momento sono oltre 200 quelli che si sta cercando di regolarizzare, dato che quasi tutti nascono con l’occupazione delle terre comunali. Tra i progetti più interessanti, in particolare, ce n’è uno di orti urbani a Casal Brunori che sta facendo scuola, avviato e gestito dall’associazione Vivere In…Onlus.

Casal Brunori è un’area urbana del Municipio IX, a sud ovest della Capitale, talmente verde da ospitare, tra il divertimento e la preoccupazione degli abitanti, anche un branco…

Tags
Show More
Close