Attualitá

Stati Uniti, agenti uccidono afroamericano: scoppiano manifestazioni a Los Angeles

Stati Uniti, agenti uccidono afroamericano: scoppiano manifestazioni a Los Angeles 

LOS ANGELES – Un afroamericano è stato colpito e ucciso dagli agenti nel quartiere di Westmont, a sud di Los Angeles. Secondo quanto riferisce la polizia la sparatoria è avvenuta ieri alla fine di un inseguimento e dopo che la vittima avrebbe colpito uno degli agenti.

Alcune ore dopo la sparatoria, una folla si è radunata sulla scena, ha iniziato a protestare a chiedere risposte, scandendo i cori che caratterizzano la protesta del movimento di protesta in corso da mesi, “Dì il suo nome”, “Niente giustizia, niente pace” e “Le vite dei neri contano” (Black Lives Matter). Dopo mezzanotte più di 100 manifestanti hanno marciato sulla Imperial Highway, dove hanno continuato la protesta.

Questa sparatoria arriva due mesi dopo la controversa morte del diciottenne Andres Guardado a Gardena, che ha causato settimane di manifestazioni. Guardado, salvadoregno americano di 18 anni, è morto colpito alla schiena il 18 giugno scorso. La dinamica è stata simile a quella che il vice sceriffo Brandon Dean ha descritto oggi e che riporta il Los Angeles Times.

Stati Uniti, agenti uccidono afroamericano: scoppiano manifestazioni a Los Angeles

I due agenti della stazione di South Los Angeles stavano pattugliando in auto su Budlong Avenue quando hanno visto un uomo che andava in bicicletta senza rispettare il codice stradale dei veicoli. Non ha saputo dire quali infrazioni avesse comesso.

Quando gli agenti hanno cercato di fermarlo, l’uomo ha lasciato cadere la bicicletta ed è corso a nord, su Budlong, scappando  per un isolato con i poliziotti che lo inseguivano….

Tags
Show More
Close