Notizie

Toscana alla fine la pioggia Giu le temperature ritorna la neve



Firenze, 30 marzo 2022 – L’arrivo della pioggia e manna dal cielo nei campi toscane dove e alla fine probabile avviare le semine primaverili di mais e girasole necessari all’alimentazione degli animali, ma a beneficiarne sono pure le coltivazioni di grano seminate in autunno, ortaggi e frutta che hanno bisogno di acqua per crescere. E’ quanto conferma Coldiretti Toscana con richiamo alla comparsa della 1ª perturbazione che sta interessando tutto il contesto ambientale regionale. Piogge, e temperature in abbassamento, sono previste pure prossimamente.

Il Lamma prevede per i prossimi giorni pioggia e freddo. Giovedì 31 meteo perturbato nottetempo e nella 1ª parte del giorno con piogge diffuse, oltretutto al centro-nord; residui fenomeni nel pomeriggio sulle zone interne con tendenza a miglioramento sulle zone occidentali. Dalla tarda serata nuove precipitazioni sul nord-ovest (province di Massa Carrara e Lucca) con possibili rovesci e temporali.

Pure venerdì nuvolosità variabile, più consistente al nord, dove saranno possibili rovesci e temporali sparsi.

Sabato nuvolosità clandestino, associata a precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale. Nevicate a quote attorno a 400-600 metri, ma occasionalmente pure più in basso in caso di rovesci intensi. Domenica ritorna il sole, scendono le minime e salgono le massime.

”L’arrivo delle precipitazioni e molto importante per salvare i prossimi raccolti, favorire le nuove semine e rinvigorire i pascoli sebbene a stento riusciranno a compensare il deficit idrico di un lungo periodo di siccità e di scarse nevicate – analizza il presidente di Coldiretti Toscana, Fabrizio Filippi – I cambiamenti climatici ci impongono di fronteggiare la siccità in maniera strutturale con un approccio preventivo. L’acqua piovana va salvata, raccolta e conservata in invasi a basso impatto per essere riutilizzata per irrigare i campi e sostenere la realizzazione agricola toscana. E’ un fattore che non possiamo più ignorare alla luce dell’innalzamento delle temperature e delle minori precipitazioni destinate a modificare gradualmente la fisionomia della nostra agricoltura se non saremo in grado di affrontarlo. Ecco perché – continua Filippi – e importante trattenere l’acqua quando cade copiosa attraverso un sistema diffuso di piccoli invasi con basso impatto paesaggistico e diffusi sul territorio, privilegiando il completamento e il recupero di strutture gia presenti. L’idea e di costruire senza uso di cemento per diminuire l’impatto l’ambientale laghetti in bilanciamento con i territori, che conservano l’acqua per distribuirla in modo razionale ai cittadini, all’industria e all’agricoltura, con una ricaduta importante sull’ambiente e sull’occupazione”.

A confermare una progressivo trasferimento del baricentro climatico sono i dati diffusi da Istat rispettivi alle precipitazioni annue nel 2020 nei capoluoghi con una riduzione delle precipitazioni annue di ben 221,6 mm a Firenze ed un incremento delle temperature di piu o meno 1 grado così delle notti tropicali, ossia le notti dove la temperatura non scende sotto i 20 gradi. ”A giugno 2020 abbiamo invitato i presidenti e i direttori dei Consorzi di Bonifica ad un incontro chiedendogli di compiere ogni sforzo per progettare nuovi bacini: tutto questo avveniva in seguito alla nostra richiesta al Governo di sostenere un progetto con Terna per creare nuovi bacini lungo tutti gli Appennini. In questa direzione va il recente stanziamento di 1,2 milioni di euro, sotto forma di fondo di rotazione, a favore dei Consorzi di Bonifica da parte della Regione Toscana per l’esecuzione delle opere irrigue per la gestione dell’acqua in agricoltura. Un obiettivo a cui abbiamo lavorato insieme ad Anbi Toscana. La Toscana e la 1ª regione della penisola a decidere di sostenere i costi delle progettazione dei Consorzi di Bonifica per le nuove infrastrutture irrigue aprendo di fatto una prospettiva nuova per l’agricoltura regionale. La sfida non e solo strutturale, ma di approccio sostenibile al tema della risorsa acqua alla luce degli effetti sull’agricoltura dei cambiamenti climatici”.


The post in italian is about:


L’article en italien concerne :