Notizie

Travolto in scooter da un’automobile pirata. Indaga la municipale l’automobile e stata trovata

Un incidente in via Oberdan Chiesa (foto d’archivio)

Livorno, ferito un diciottenne: in via Oberdan Chiesa e il secondo incidente con fuga nel giro di quattro giorni. Gli agenti locali ora stanno indagando per capire chi fosse il guidatore e perché non si sia fermato

LIVORNO. E rimasto ferito in scooter dopo lo scontro con una macchina, il cui conducente non si e fermato a prestargli soccorso. Ancora un incidente con un’auto “pirata” coinvolta in via Oberdan Chiesa, nel quartiere di Coteto, a poche centinaia di metri da dove, all’incrocio con via degli Etruschi, venerdì scorso era purtroppo accaduto analogo, con un’operatrice socio-sanitaria di 64 anni dell’ospedale di Livorno rimasta ferita in motorino e sbalzata dopo l’urto contro un palo della segnaletica stradale. a questo punto, proprio davanti al centro fitness “Gemini”, a rimanere contuso e stato un diciottenne. L’incidente e è successo poco le 14 di ieri.

I SOCCORSI

Le condizioni del giovane studente, per fortuna, non sarebbero gravi. Con celerità soccorso dai passanti e da un’ della Svs di Ardenza, con i soli volontari a bordo, e stato assistito in ospedale per le medicazioni e per farsi refertare. E nel luogo, per eseguire i rilievi, sono intervenute le pattuglie degli agenti di pubblica sicurezza municipale del pronto intervento cittadino, rimaste oltre un’ora per ricostruire con esattezza la dinamica dello scontro, non violento secondo una prima ricostruzione.

LE INDAGINI

Parallelamente gli agenti locali hanno avviato le inchieste, riuscendo a rintracciare dopo qualche decina di minuti l’autovettura che si era allontanata dopo l’incidente stradale. Alla guida, secondo un testimone oculare che e riuscito pure ad annotare il numero di targa comunicandolo agli investigatori, ci sarebbe stato un signore. Da capire, ma questo lo dovranno stabilire gli agenti negli controlli che sono gia stati avviati, il motivo per il quale si e allontanato dopo aver travolto il diciottenne in sella allo scooter. Il guidatore ora rischia una denuncia per lesioni personali colpose e omissione di soccorso, che attualmente non e stata formalizzata in quando l’identità della persona alla guida non e certa, invece e chiaro agli inquirenti chi sia il proprietario della macchina. Essenziale, per il proseguimento dell’inchiesta, sarà ascoltare le conversazioni dell’intestatario del mezzo rintracciato dal staff del comando cittadino e visionare le eventuali immagini delle telecamere della zona, sia private che pubbliche. Se avessero inquadrato l’automobile, difatti, aggiungerebbero ulteriori elementi di prova alla municipale.

COSA RISCHIA

L’omissione di soccorso e un reato che prevede la reclusione fino a un anno o la multa fino a 2.500 euro, invece per le lesioni personali colpose – se saranno ipotizzate – la reclusione fino a tre mesi o la multa fino a 309 euro. In ogni caso, fino a nella serata di ieri, nessuno era stato denunciato in quanto gli agenti locali devono stabilire con certezza l’identità della persona alla guida.

IL PRECEDENTE

Purtroppo si tratta del secondo incidente nel giro di quattro giorni in via Oberdan Chiesa. Sempre lì, in quel caso all’incrocio con via degli Etruschi, attorno alle 13.30 di venerdì scorso era rimasta ferita l’operatrice socio-sanitaria Mila Coltelli, 64 anni festeggiati proprio oggi, che uscita un’ora prima dal lavoro dall’ospedale stava portando il suo motorino al sicuro nel garage del cugino per poi partire per le isole Canarie, dove alloggia la figlia, per celebrare insieme a lei il compleanno. Un viaggio, quello in Spagna, che purtroppo la signora ha dovuto annullare o quantomeno rimandare a data da destinarsi, visto che dopo l’incidente ha perso gnoseologia ed e stata ricoverata nell’osservazione breve intensiva del pronto soccorso, per poi riprendersi nel giro di poche ore. La polizia municipale sta naturalmente indagando pure per ricostruire come sia avvenuto il suo incidente e da quattro giorni sta cercando di rintracciare l’automobilista che l’avrebbe tamponata scappando senza prestarle soccorso.

cp