Cronaca

Ucciso a Colleferro, aperta indagine sugli hater social di Willy

Ucciso a Colleferro, aperta indagine sugli hater social di Willy 

“Avete tolto di mezzo uno scimpanzè”. “Siete degli eroi”. Sui social si stanno scatenando anche i razzisti odiatori che insultano la vittima per il colore della pelle e inneggiano ai quattro arrestati accusati di aver ucciso a calci e pugni, domenica scorsa a Colleferro, il 21enne Willy Duarte Monteiro, per i quali gli investigatori stanno anche valutando l’aggravante razziale. Veri e propri messaggi che incitano all’odio, ma che non stanno passando inosservati. La polizia postale di Latina ha subito iniziato a indagare, concentrando questa mattina l’attenzione su un post del genere pubblicato da un latinense, che sembra poi abbia chiuso il profilo. Ma non è tutto.

A Cassino un videomaker ha infatti pubblicato su un suo canale social un video in cui punta il dito contro Willy. “Tanti italiani vengono massacrati ogni giorno da Mao Mao. Piccolo Willy, ma che c… stavi a fare alle due di notte in giro? Se fate questa fine è normale”, dice nella assurda diretta Giorgio Di Folco, noto come Giorgio Pistoia, ex componente del direttivo locale della Lega e attualmente simpatizzante del partito di Matteo Salvini. Ancora: “Per me sempre immigrato sei perché se sei nero in Italia non esistono persone nere. Sei italiano se sei bianco”.


Cronaca

Gli arrestati di Colleferro, una vita da fiction fra droga e lusso. “Solo a incontrarli facevano paura”

Video poi…

Tags
Show More
Close