Categories
Ansa

Una mascherina non basta alla disabilità

di Martino Iannone

C’è un pianeta resiliente che ruota intorno a noi, uno specchio per certi versi invisibile fatto di donne, uomini, giovani e meno giovani, che riflette paure e dolore, sorrisi celati, lacrime, sudore e abbandono. Uno spicchio di umanità che grida e lotta per difendere diritti inalienabili: persone che con la pandemia hanno avuto conseguenze ancora più dure

La pandemia, il covid-19 ha cambiato la vita a tutti figuriamoci alle persone con disabilità. In questo magazine racconteremo le storie positive di Dario Dongo di www.egalite..org CLICCA QUI), paraplegico, avvocato, motociclista e innovatore; della webserie ‘Le Supposte di Carmelo’, primo esempio di sit down comedy, ideata da Carmelo Comisi, tetraplegico, che posta su YouTube video intrisi di sarcasmo in cui destruttura gli stereotipi sulle persone con disabilità e sulla quarantena (CLICCA QUI); del rapporto di FISH – Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap (CLICCA QUI) sull’impatto che ha avuto il Covid sui lavoratori con disabilità; di Industrie Fluviali (CLICCA QUI), un grande spazio interamente accessibile che sorge nel quartiere Testaccio di Roma, officina culturale ideata e gestita dalla cooperativa sociale integrata PIN.GO; di Daniele Renda, un ipovedente con la passione per la vela (CLICCA QUI), delle battaglie dell’associazione ‘Genitori tosti in tutti i posti’ per l’accessibilità ai concerti (CLICCA QUI); della battaglia dell’associazione Luca Coscioni (CLICCA QUI) sui Peba, i Piani di Eliminazione delle Barriere Architettoniche; di Radio32 (CLICCA QUI) esperimento di comunicazione e partecipazione che nel nome si ispira all’art.32 della Costituzione che tutela il diritto alla salute per tutti e del Disability pride Italia (CLICCA QUI), che accoglie le istanze e la creatività di una grande parte di persone troppo spesso relegate ai margini. Buona lettura e buona visione.

martino.iannone@ansa.it )

Foto di copertina di Massimo Percossi

Si ringrazia per l’amichevole collaborazione Riccardo Rozzera (Disability pride)

Come moltissime altre realtà del terzo settore, Parent Project aps – l’associazione di pazienti e genitori di figli con distrofia muscolare di Duchenne e Becker – ha dovuto fronteggiare e sta affrontando un periodo complesso a causa dell’emergenza legata al Covid-19. Tra le numerose iniziative che l’associazione ha dovuto annullare – campagne, eventi, meeting – spicca la Conferenza Internazionale di Roma, la cui XVIII edizione si sarebbe dovuta svolgere dal 28 febbraio al primo marzo. Un appuntamento ormai irrinunciabile per la comunità di pazienti italiana ed internazionale. Per poter fornire ugualmente a pazienti, genitori e a tutta la comunità i principali aggiornamenti scientifici che sarebbero stati diffusi in questa occasione, lo staff di Parent Project ha lavorato ad un nuovo portale (http://strategieterapeutiche.parentproject.it/), collegato al sito istituzionale e dedicato interamente alla ricerca sulla DMD e la BMD, che include video, nuovi materiali divulgativi tematici e altro ancora. Una serie di videopresentazioni servirà a trasmettere i più recenti aggiornamenti da parte degli esperti il cui intervento era previsto nella Conferenza di febbraio. A questi si uniranno, nel tempo, altri materiali, dando vita ad un contenitore in continua evoluzione e

Vai all’originale