Categories
Ansa

Vaccini: in Gran Bretagna oltre 40 milioni di dosi, ora i 40enni nel mirino

Il Regno Unito sfonda il tetto dei 40 milioni di vaccini anti-Covid somministrati, inclusi circa 8 milioni di richiami, secondo i dati disaggregati riferiti alla data di ieri, dopo che il governo di Boris Johnson ha formalizzato il raggiungimento in anticipo di 3 giorni d’un altro traguardo: l’offerta della prima dose a tutti gli ultracinquantenni residenti nel Paese, promessa per il 15 aprile. E il servizio sanitario (Nhs) annuncia un’accelerazione della campagna a partire dai quarantenni, con la possibilità per chi ha da 45 anni in su di prenotare da oggi online la vaccinazione senza nemmeno attendere la convocazione.

“E’ un’altra pietra miliare enormemente significativa del nostro programma vaccinale”, avevano chiosato ieri il premier Tory e il suo ministro della Sanità, Matt Hancock, a proposito del copertura dei cinquantenni, impegnandosi ora a moltiplicare i richiami, ma confermando pure l’obitettivo già fissato della prima dose a tutta la popolazione adulta over 18 del Regno al più tardi entro il 31 luglio.

L’avvio del percorso di uscita del Regno Unito dal terzo lockdown nazionale anti Covid dopo oltre tre mesi resta confermato, sullo sfondo del calo dei contagi recente, ma comporterà inev

Leggi l’originale