Notizie

Vendita di superalcolici ai minori nei guai locale di Scandicci – 1ª Firenze

Vendita di superalcolici a minori: il Questore della provincia di Firenze sospende per 10 giorni la licenza ad un pubblico esercizio di Scandicci (FI) .

Vendita di superalcolici ai minori: nei guai locale di Scandicci

Da subito il Questore della provincia di Firenze Maurizio Auriemma ha sospeso per 10 giorni la licenza, ai sensi dell’art. 100 del TULPS, ad un esercizio pubblico di Scandicci (FI).

Predisposto e notificato ieri dalla Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Firenze, il decreto e stato adottato a causa della vendita di una bottiglia di vodka a 3 minori.

Lo scorso sabato 22 gennaio la Polizia di Stato e difatti intervenuta all’ospedale fiorentino di Torregalli dove era stata accompagnata in pronto soccorso una 14enne soccorsa in piazza della Resistenza a Scandicci, a causa dell’eccessiva assunzione di alcolici.

La ragazza e stata subito dopo ascoltata dai poliziotti della Divisione Amministrativa e Sociale della Questura che sono così rapidamente risaliti al luogo dove la ragazza, in compagnia di come minimo due infrasedicenni, aveva acquistato una bottiglia di vodka.

Nel provvedimento adottato dal Questore e evidenziato come sia emersa dai fatti in questione una situazione di pericolosità tale da dover intervenire allo scopo di scongiurare che la vendita di alcolici a minori da parte del pubblico esercizio possa avere ulteriori e peggiori conseguenze, causando allarme sociale.

Il Questore ha dunque ritenuto la sussistenza delle condizioni di pericolo per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini presso il pubblico esercizio in questione, con inavvedutezza e noncuranza, sono stati venduti alcolici a minori, tenendo una condotta che ha creato pericolo per la salute dei ragazzi clienti.