Politica

Venezia 77, ‘Miss Marx’ di Susanna Nicchiarelli: “Un film con al centro il conflitto tra ragione e sentimento”

Venezia 77, ‘Miss Marx’ di Susanna Nicchiarelli: “Un film con al centro il conflitto tra ragione e sentimento” 

La più piccola delle figlie di Karl Marx, donna combattiva e intelligente, appassionata e colta, si scioglie la crocchia dei capelli e balla scatenata sulle note del gruppo punk Downtown Boys di una cover di Dancing in the Dark di Bruce Springsteen. In quella scena liberatoria, energetica, vitale è il cuore del film Miss Marx di Susanna Nicchiarelli, che torna alla Mostra dopo il successo di Nico, 1988 che ha vinto Orizzonti due anni fa. Di essere in corsa per il Leone dice: “sono felicissima, felice che ci sia la Mostra, che il film sia in concorso. Ho visto i trailer degli altri film, mi sono depressa, sembrano tutti bellissimi, un’ottima selezione”.

‘Miss Marx’, Susanna Nicchiarelli torna alla Mostra e corre per il Leone d’oro

Il film inizia sulla tomba di Karl Marx, Eleanor (Romola Garai) è la più giovane delle figlie ma quella destinata a raccogliere la sua eredità politica e filosofica. Tra le prime a lottare per i diritti delle donne e contro il lavoro minorile, ha portato avanti il discorso socialista del padre e del grande amico Friedrich Engel, che il film rivela aveva condiviso con Marx molto più delle sue idee politiche. Viaggia moltissimo, intenso il viaggio negli Stati Uniti per raccontare le condizioni dei lavoratori, visita fabbriche, le baracche dove vivono gli operai, le filande dove lavorano scalzi i bambini, ma Eleanor è anche una donna innamorata, travolta dall’incontro con il dottore Edward Aveling, un rapporto tormentato che la…

Tags
Show More
Close