Notizie

Perito incaricato per indagare sulla morte di Fabrizio Mannino e ricostruire l’incidente.

Il 3 settembre scorso, nella zona industriale di Quarrata, un giovane di 21 anni di nome Fabrizio Mannino ha perso la vita in un incidente stradale. Dopo l’urto con un’altra moto, il ragazzo è entrato in coma e due giorni dopo è deceduto in ospedale. L’unico indagato per la sua morte è il giovane che guidava l’altra moto, un amico di Fabrizio Mannino, che ora è accusato di omicidio stradale. Il sostituto procuratore ha incaricato un ingegnere di condurre un’indagine sulla dinamica dell’incidente, che richiederà circa sessanta giorni per essere completata. La perizia prenderà in considerazione diverse valutazioni, come la velocità delle due moto, la dinamica dell’impatto, la segnaletica stradale e lo stato dei veicoli coinvolti. Le moto sarebbero state spostate prima dell’arrivo delle forze dell’ordine, rendendo più difficile la raccolta di prove. Le famiglie di entrambi i ragazzi hanno designato dei consulenti per valutare l’accaduto. La famiglia di Fabrizio Mannino ha nominato l’ingegnere Nicola Bartolini, mentre la famiglia dell’indagato ha affidato la consulenza al perito Roberto Niccolai. Al momento, la famiglia Mannino non ha rilasciato commenti e è tornata in Sicilia dopo una commemorazione a Pistoia.

Morte di Fabrizio Mannino, affidato l’incarico al perito per ricostruire la dinamica dell’incidente

Tutte le Notizie


Pistoia [su_post post_id=””] GN